mercoledì 16 gennaio 2013

16 gennaio giornata internazionale a sostegno di Pussy Riot

Per favore, non dimenticatevi di noi. Per favore, non dimentichiamoci di loro. Per favore, non dimentichiamo le Pussy Riot. Oggi, 16 gennaio 2013, il Tribunale di Mosca deciderà se l'applicazione della pena di Maria Alyokhina potrà essere rimandata per consentirle di stare alcuni anni al fianco della sua bambina piccola. E' dunque anche una giornata internazionale di mobilitazione in suo sostegno e in difesa di tutto il movimento delle Pussy Riot. In diverse città del mondo sono previsti eventi, inclusa Milano, dove l'associazione Annaviva organizza un presidio in via Dante, a partire dalle 17,30.
Domani, invece, 17 gennaio, sempre a Milano appuntamento all'Ostello Bello, via Medici 4, h. 20: Annaviva presenterà il libro "Una preghiera punk per la libertà" che raccoglie lettere, poesie, testimonianze sul farsesco processo alle Pussy Riot, e illustrerà le paradossali condizioni in cui versa il sistema giudiziario russo.


2 commenti:

  1. Tengo le dita incrociate per oggi..se riesco passo a Milano..
    "Se libertà significa qualcosa, allora è il diritto di dire alla gente ciò che non vuole sentirsi dire..." George Orwell

    RispondiElimina
  2. abbiamo incrociato le dita in tanti, ma non è servito
    la Russia si è nuovamente riconfermata per quello che è, un paese fascista; Maria aveva diritto alla sospensione della pena per un articolo preciso del codice russo, che per i reati non di sangue prevede la sospensione (provvisoria) della pena per le mamme di bimbi piccoli, se non si macchiano di altri reati, ma nel suo caso il diritto non è stato applicato. Avanti marsch, la criminale è stata rispedita ai lavori forzati e il bambino rimane solo.
    Dunque il diritto non esiste, è un fatto arbitrario, amministrato come abuso di potere per favorire o colpire in base agli interessi e affaracci personali di chi può abusare; punto e basta. Che tristezza, l'unica cosa bella è che nel mondo resta viva tanta solidarietà, che spero non si spegnerà.

    RispondiElimina